La Notte dei Ricercatori

25/09/2018

Nella Notte dei ricercatori, manifestazione promossa dall’Unione Europea il 28 settembre per sensibilizzare l’opinione pubblica ai temi della ricerca e dell’innovazione, il Cnr organizza molti eventi a Milano, Pavia, Mestre, Padova, Parma, Bologna, Firenze, Pisa, Roma, Napoli, Caserta, Lecce, Bari, Potenza, Rende (Cs), Catanzaro, Palermo, Catania.

Il Consiglio nazionale delle ricerche, anche quest’anno, non manca all’appuntamento della Notte dei ricercatori, per sensibilizzare la collettività alla scienza e alle sue ricadute nella società. Indetta dalla Unione Europea, la manifestazione avrà luogo il 28 settembre in molte sedi della rete scientifica dell’Ente. Tante le attività organizzate sia nell’ambito di alcuni progetti finanziati dalla Commissione Europea – Meet, Society, Bright, Sharper, Ern Apulia e Superscienceme – sia associati all’evento generale. 

– A Milano per il progetto MEETmeTONIGHT (http://www.nottedeiricercatori.it/meet.html) i ricercatori dell’Istituto di fisica del plasma ‘Piero Caldirola’ illustreranno, assieme ai colleghi del Politecnico, la ‘materia delle stelle’ e la fusione nucleare con esperimenti interattivi in uno stand presso i Giardini Indro Montanelli (28 e 29 settembre dalle ore 10.00 alle 22.00 (Referente: Paola Platania Cnr-Ifp, tel. 02/66173260, platania@ifp.cnr.it). Sempre nell’ambito del progetto sono previsti eventi anche a Lecco, con la partecipazione di ricercatori del Cnr-Stiima sulla realtà virtuale aumentata, di Cnr-Icmate sui materiali metallici funzionali, di Cnr-Ipcb sui materiali sostenibili polifunzionali, di Cnr-Ibfm sulla fisiologia dello sport e di Cnr-Ifn su esami del sangue ed esami del respiro (Referente: Francesca Passaretti, Cnr-Icmate, tel: 0341/2350103, email: segreterialecco@icmate.cnr.it).

A Monza i ricercatori dell’Istituto di ricerca sulle acque-CNR di Brugherio, illustreranno la ricerca chimica ambientale e l’ecologia delle acque. L’allargamento dei partecipanti ad una folta schiera di ricercatori di Monza e Brianza e la doppia durata (venerdì 28 e sabato 29) saranno un evento unico per tutti coloro che vorranno toccare con mano quanto fa la scienza in questo territorio.

– Nella cornice del progetto Sharper (http://www.nottedeiricercatori.it/sharper.html) si svolgono varie iniziative.

L’Istituto di genetica molecolare a Pavia propone iniziative sul nostro patrimonio genetico, tra le quali l’incontro rivolto alle scuole superiori ‘Dna e Rna: dalle basi alla scena del crimine e oltre’, (29 settembre dalle ore 15.00 alle 18.00. Referente: Giuseppe Biamonti Cnr-Igm, tel. 0382/546322, biamonti@igm.cnr.it).

Con i meeting ‘Incastri di arte, scienze e storiaa Napoli (Cappella Sansevero, ore 19.30-22.30) l’Istituto superconduttori, materiali innovativi e dispositivi, in collaborazione con Istituto nazionale di ottica e Istituto per i polimeri, compositi e biomateriali, celebra la creatività, la bellezza e l’ingegno di chi crea materiali innovativi. (Referente: Giampiero Pepe Cnr-Spin Napoli e Università Federico II, tel. 081/676233, giampiero.pepe@spin.cnr.it). Nella Galleria Umberto I, i ricercatori dell’Istituto di scienze applicate ai sistemi intelligenti (dalle ore 16.00 alle 24.00) presenteranno due percorsi scientifici sulla luce: ‘La Formazione delle immagini’ e ‘Fiat Lux’, dai principi fisici che ne regolano la trasmissione ai fenomeni di diffrazione, dall’olografia alle fibre ottiche (Referente: Antigone Marino Cnr-Isasi, tel. 081676268, a.marino@isasi.cnr.it). Nel Cortile d’Onore di Palazzo Reale lo spazio EU ambassador for a night’, coordinato dal Cnr Ufficio relazioni europee e internazionali orienterà sulle opportunità per ricercatori, dottorandi e post doc. Nella stessa sede il ‘Crossroads – Easy talk’ coinvolgerà i cittadini su argomenti scientifici che riguardano la vita di tutti i giorni (dalle ore 19 alle 21.30, 30 partecipanti per turno).
Sempre a Napoli, nella suggestiva cornice del Maschio Angioino, presso la Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria, ricercatori dell’Osservatorio Vesuviano e di Cnr-Iamc presentano, in collaborazione con la Società Napoletana di Storia Patria, la performance scientifica: Terremoti: memoria e prevenzione. I forti terremoti che hanno colpito Napoli’, una relazione sui maggiori terremoti storici che hanno colpito il ricco patrimonio monumentale e architettonico della città di Napoli a partire dal XV secolo, ad opera di Sabina Porfido, Giuliana Alessio, Germana Gaudiosi e Rosa Nappi (Referente: Sabina Porfido, Cnr-Iamc, tel 081/5423843, email sabina.porfido@cnr.it).

© Ufficio Stampa del CNR

Venerdì 28 e sabato 29 a Caserta si va ‘Alla scoperta del mondo sommerso’ con l’Istituto per l’ambiente marino costiero, che mostrerà l’utilizzo della geofisica e delle tecniche acustiche nella esplorazione del Golfo di Pozzuoli (Sna, Corso Trieste; venerdì dalle ore 18.00 alle 21.30; sabato dalle ore 9.00 alle 12.30. Referente Mauro Caccavale, tel. 081/5423826, cell. 333/2665334; mauro.caccavale@cnr.it).

A Palermo , la manifestazione Notte dei Ricercatori si svolge presso lo storico Orto Botanico (dalle ore 19.00). Qui i ricercatori dell’Istituto sui materiali nano strutturati (Cnr-Ismn) affrontano il tema: ‘Nanomateriali da rifiuti e spazzini nanomolecolari’ (Referenti: Maria Luisa Testa, tel. 091/680.9253, marialuisa.testa@cnr.it; Francesca Deganello tel. 091/680.9387, francesca.deganello@cnr.it). L’Istituto di biomedicina e Immunologia Molecolare ‘A. Monroy’ sarà presente con l’attività sperimentale-espositiva dal tema: ‘Gli organismi viventi come esempio di plasticità e interazione con l’ambiente esterno’, svolto in collaborazione con gli studenti del Liceo Scientifico Statale Galileo Galilei. Il Domenico Nuzzo (Cnr-Ibim) alle ore 19.30 terrà il seminario dal titolo: ‘Dinamiche e tendenze dell’alimentazione’. (Referente: dott.ssa Giovanna Montana, tel. 091/6809553 – 6809558, montana@ibim.cnr.it).

Ricercatori per un giorno a Catania. Dalle ore 17.00, presso Infn-Lns (via Santa Sofia 62) presso lo stand dal titolo ‘Radiazioni al servizio della salute – Alla scoperta delle radiazioni: la fisica per migliorare la salute’ l’Istituto di bioimmagini e fisiologia molecolare espone poster, video divulgativi e un microscopio per osservare gli effetti del trattamento su un tessuto costituito da cellule tumorali. Per i più piccoli un gioco con lancio di palline per colpire con i protoni un bersaglio a forma di cellula (Referenti: Giorgio Russo, tel. 0921/920497, giorgio.russo@ibfm.cnr.it; Francesco Cammarata, tel. 0921/920326/612, francesco.cammarata@ibfm.cnr.it). L’Istituto di scienze neurologiche propone un’attività (principalmente rivolta ai bambini dai 5 ai 12 anni) dal titolo: “Il cervello: un mondo tutto da scoprire! Un viaggio fatto di colori, immagini, materiali diversi, suoni, profumi e molto altro che accompagneranno i bambini alla scoperta dei 5 sensi. Attraverso la narrazione di storie di personaggi di fantasia, saranno illustrate a bambini e ragazzi le innumerevoli funzionalità del sistema nervoso e delle cellule che lo compongono, i neuroni, capaci di gestire e monitorare minuziosamente ogni attività del nostro corpo. La proposta coinvolgerà i partecipanti con giochi creativi ed esercizi funzionali volti alla scoperta dei 5 sensi, al fine di creare una personale esperienza del processo percettivo e sensoriale.I ricercatori dell’Isn di Catania sono presenti all’interno della Città della Scienza, in via Simeto n. 23, venerdì 28 dalle 16 alle 24. Per informazioni, maria.guarnaccia@cnr.it o simona.dantoni@cnr.it – tel. 0957338111

– A Bologna l’Area della ricerca del Cnr, partner del progetto Society (http://nottedeiricercatori-society.eu) propone incontri, giochi e attività ‘hands-on’ presso la sede del Liceo Scientifico Copernico (dalle 17.00 alle 22.00) in compagnia dell’Istituto per la sintesi organica e la fotoreattività, un tour guidato a cura dell’Istituto per la microelettronica e i microsistemi  per rivivere i luoghi del matematico Bonaventura Cavalieri o per constatare i fenomeni di degrado dei materiali da costruzione assieme ai ricercatori dell’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima (Cnr-Isac), il laboratorio itinerante ‘Come percepiamo l’ambiente urbano?’ organizzato dall’Istituto di scienze marine e da Agrisophia Natural Garden Design. La storica Via Zamboni e le zone adiacenti saranno animate da postazioni con laboratori ed exhibit su meteorologia e clima (Cnr-Isac), materiali innovativi (Cnr-Isof), profumo delle piante con l’Istituto di biometeorologia, patrimonio genetico e malattie genetiche con l’Istituto di genetica molecolare (Referente: Giorgio Lulli, Cnr-Imm, tel. 051/639 9145, lulli@bo.imm.cnr.it).

– In Toscana la notte è Bright (http://www.nottedeiricercatori.it/bright.html), nome del grande progetto finanziato dalla Ue.

L’Istituto di neuroscienze del Cnr a Firenze, presso il Teatro dell’Opera, porta l’attenzione su: ‘L’ictus. Lo conosci?’, (ore 17.30), la cui prevenzione oggi è possibile anche grazie all’App ICTUS 3R, la prima ed unica italiana sull’ictus, scaricabile gratuitamente sia dal web (www.ictus3r.it) che da AppStore e Play Store (Ictus 3R); verrà mostrata presso l’‘Angolo delle app’ dalle ore 16.30 alle 19.00 (Referente: Marzia Baldereschi Cnr-In, tel 055/5225033, e mail: baldereschi@in.cnr.it). ‘La forma dell’acqua e il ghiaccio che affonda’ è l’incontro che si terrà sempre al teatro (ore 16.30, piazzale Vittorio Gui 1) organizzato dall’Istituto di fisica applicata ‘Nello Carrara’: si discuterà delle particolarità del ghiaccio XVII scoperto da tre ricercatori Cnr con un articolo pubblicato su Nature Communications (Referente Lorenzo Ulivi Cnr-Ifac, tel. 055/5226664, l.ulivi@ifac.cnr.it). Sito web: https://www.unifi.it/p11435.html

L’Area della ricerca di Pisa risponde all’appello della UE con ‘Bright Tech Talk’: dalle 17.30 alle 20.00 sul palco dell’Auditorium Cnr otto ricercatori racconteranno altrettante storie di scienza. Interverranno i lettori del Teatro Sant’Andrea, guidati da Giulia Solano, con un ‘recitar cantando’ ispirato alla vita di Galileo Galilei; Andrea Michielotto condurrà una puntata speciale del ‘Tg Lercio’; l’attore pisano Stefano Bellani, insieme ad Andrea Macchi (Cnr-Ino) presenterà ‘Dead Men Working’, uno sketch teatrale dedicato al precariato. E poi porte aperte dei laboratori per incontri ravvicinati con superlaser e zero assoluto di temperatura (Cnr-Ino). E’ possibile, inoltre, provare diverse tecnologie innovative in ambito medico, realizzate con la collaborazione dell’Istituto di fisiologia clinica, che hanno degli aspetti benefici per alcune patologie come i disturbi del sonno e del comportamento; robot umanoide accompagnatore presso l’Istituto di scienza e tecnologie dell’informazione dove tra l’altro ci si immerge nelle ricostruzioni 3D dei beni culturali; Per gli appassionati della lingua italiana, appuntamento all’Istituto di linguistica computazionale dove la filologia e la critica testuale si sposano con l’informatica. Gli amanti della cucina impareranno ad utilizzare le erbe aromatiche toscane con i ricercatori dell’Istituto di biologia e biotecnologia agraria. Sono invece temi Cnr-Iit: ‘Come può essere hackerata un’automobile’, la cybersecurity e l’influenza dei social network nella società. Largo ai più piccoli con le attività della Ludoteca Scientifica e con i giochi chimici. La festa si chiude con l’osservazione astronomica insieme al Cnr-Ino, con la consueta spaghettata e con il concerto della band ‘Il Caos’, composta da ricercatori Cnr-Ilc (Referente: Carlo Venturini Cnr-Iit, tel. 0503153437, carlo.venturini@iit.cnr.it).  A Livorno i ricercatori dell’Istituto di Biometeorologia spiegheranno le nuove tecniche e metodologie didattiche che affrontano i cambiamenti climatici e cosa fa la ricerca per mitigarli, mostreranno il funzionamento di un sistema radar da navigazione che, grazie agli innovativi algoritmi sviluppati al CNR, consente di misurare le onde, le correnti e i fondali marini e di rilevare la presenza di idrocarburi in mare. (Polo Tecnologico della Ricerca e della Logistica, Scoglio della Regina, Viale Italia 6, dalle ore 17.00 alle 22.45) (Referente: Laura Pellegrino laura.pellegrino@cnr.it +39 055 44830816)

– Massiccia la partecipazione Cnr a ERN-Apulia (http://www.nottedeiricercatori.it/ernapulia.html).

A Lecce in programma: ‘Piccolo scienziato per una notte: la magia della scienza’ evento destinato ai bambini che, guidati dai ricercatori dell’Istituto per la microelettronica e microsistemi, potranno cimentarsi in alcuni esperimenti; ‘Tecnologie sanitarie e Salute Pubblica’ è il tema proposto da Cnr-Ifc e dall’Istituto di ricerche sulla popolazione e le politiche sociali. Il mondo delle meduse verrà svelato dall’Istituto di scienze delle produzioni alimentari, mentre l’utilizzo del georadar per scrutare l’invisibile sarà argomento dell’Istituto per i beni archeologici e monumentali. E ancora: come campionare il particolato atmosferico a cura di Cnr-Isac, l’intelligenza artificiale per lo studio dell’autismo con Cnr-Isasi. Il Cnr Nanotec invece accoglierà sul palco del Teatro Paisiello il matematico Piergiorgio Odifreddi che prima racconterà ‘Come stanno le cose’, in un libero adattamento in prosa del De Rerum Natura di Lucrezio, poi terrà un confronto-dialogo con Marco Ferrazzoli (capo Ufficio stampa) e trenta studenti liceali in alternanza scuola-lavoro presso l’Istituto (Referente: Gabriella Zammillo, Cnr Nanotec, tel. 0832/319802, cell. 348/8702158, gabriella.zammillo@nanotec.cnr.it).

A Bari presso l’Ateneo: Plasmi Lab del Cnr-Nanotec valorizza gli studi teorici e sperimentali su gas ionizzati e plasmi nei settori aerospazio, ambiente, energetica, dell’astro-chimica, patrimonio culturale e materiali innovativi. Si imparerà a risanare le piante da fitovirus con il Cnr-Ipsp. Stupore garantito con i laboratori interattivi dell’Istituto di biomembrane e bioenergetica che guidano il pubblico alla scoperta della biodiversità. Un incontro organizzato dall’infrastruttura di ricerca europea della bioinformatics (Elixir) aprirà ad un momento di discussione e riflessione sulla differenza tra scienza e pseudoscienza (Referente: Francesca De Leo, tel. 080/5443311, f.deleo@ibiom.cnr.it)

– ‘Superscienceme’ vede coinvolto il Cnr in Calabria: cinque Istituti che hanno sede presso il campus dell’Università di Rende (Cosenza) (Itm – capofila, Iia, Icar, Iit, Nanotec) e l’Ibfm presso l’Università Magna Graecia di Germaneto (Catanzaro). In tutti i laboratori ci si può cimentare con ‘Sperimenta la ricerca’ (dalle ore 9.00 alle 17.00). Il campus di Rende (Ponte Pietro Bucci 41/B) sarà animato da stands ‘Expò della ricerca’ con l’adesione di aziende accademiche come spin-off e startup (dalle ore 9.00 del 28, alle ore 22.00 del 29 settembre; referente Lidietta Giorno Cnr-Itm, cell. 333/2824585, l.giorno@itm.cnr.it). Nella stessa sede dal 27 al 28 settembre si tiene il forum ‘Cultural heritage matchmaking’ (informazioni: Spin Ricerca e Innovazione srl, gscrivano@consorziospin.it, tel. 0984/839674).

Tante anche le iniziative associate alla Notte e ai grandi progetti sostenuti dalla UE.

– L’Area della Ricerca Cnr di Roma 2-Tor Vergata (via del Fosso del Cavaliere 100), animerà la Notte con attività (dalle 16.00 alle 22.30) svolte in collaborazione con ScienzaInsieme (https://www.scienzainsieme.it/) e il Progetto ERN-Apulia (http://www.laricercaviendinotte.it/). In cartellone visite ai laboratori di ricerca, esperimenti all’interno del ‘Padiglione della Scienza’; ‘La discoteca delle molecole’, un viaggio attraverso onde, luce, colori e movimento e nella ‘Sound Experience’, una singolare ‘cabina’ che permetterà di entrare in un ambiente acusticamente isolato per viaggiare in una realtà diversa. ‘Morpheus’, un visore di realtà virtuale, offrirà al pubblico un’esclusiva esperienza immersiva. A concludere la degustazione ‘Cioccolato per vivere in salute’ (Referente: Claudia Ceccarelli, Cnr-Artov: claudia.ceccarelli@artov.rm.cnr.it, http://www.nottedellascienza.it).

– A Potenza l’Istituto di metodologie per l’analisi ambientale celebra la Notte con ‘Braincities’ (https://www.imaa.cnr.it/tutti-gli-eventi/71-notte-europea-dei-ricercatori-2018-braincities) progetto associato alla Notte europea dei ricercatori. Dalle ore 17.00 e fino a mezzanotte, in Piazza Mario Pagano attività e animazioni – Aria acqua terra e fuoco risorse o minacce, Dall’astro al nano cosa è più grande? – e seminari al Teatro Stabile, dove sono allestite la mostra Art Science e Quadri plastici sul martirio di San Matteo, con il coro di clarinetti del Conservatorio (Referente: Licia Fanti Cnr Imaa, tel. 0971/427311, cell. 393/5856417, licia.fanti@imaa.cnr.it).

Tra gli eventi promossi singolarmente dal Cnr in sinergia con altre istituzioni:

a Milano il Museo nazionale della scienza e della tecnologia propone dalle 18.30 alle 23.30 ‘Open Night | A tu per tu con la ricerca’, che coinvolge esperti Cnr nelle conferenze: ‘Può esistere scienza senza etica?’ con Gilberto Corbellini, direttore Dipartimento scienze umane e sociali, p

Per informazioni:
Marco Ferrazzoli
Capo Ufficio stampa Cnr
marco.ferrazzoli@cnr.it
06/49933383
Sandra Fiore, tel. 06/49933789-3383, e mail: sandra.fiore@cnr.it

Capo ufficio stampa:
Marco Ferrazzoli
marco.ferrazzoli@cnr.it
ufficiostampa@cnr.it
06 4993 3383
skype marco.ferrazzoli1

Services

Categories

Tags